Recensioni Attimo in più

dd                          amazon recensione sholeh

*********BLOG: https://lesfleursdumal2016.wordpress.com/2017/04/29/lattimo-in-piu-di-marco-squarcia-simple-editore-a-cura-di-domenico-del-coco/

   – Elena 9 Settembre 2014:
La mia vuol essere una semplice riflessione su una piccola e intima raccolta di racconti brevi non tanto pensati per bambini quanto per ragazzi, soprattutto perchè la morale celata nei finali richiede spesso un’approfondita e attenta riflessione. Notevole la scelta di valorizzare diverse zone e ambienti di luoghi facenti parte del Parco dei Monti Sibillini, ma più azzardata a volte la scelta di un linguaggio troppo gergale e dei nomi dei personaggi che poco si addicono alla costruzione e al contesto del racconto. La modalità di scrittura in diverse punti può risultare acerba e solo con maggiore attenzione ed esercizio vedrà sicuramente dei miglioramenti nel tempo. Molto carini, invece, i disegni che accompagnano sia i diversi racconti che la copertina stessa.

– Olga, 17 Settembre 2014:
ho letto il tuo libro tutto d’un fiato con crescente coinvolgimento, Le tue storie sono delicatissime, si svolgono sugli scenari di questi luoghi magici, raccolgono le leggende locali e si espandono con la tua immaginazione, offrendo occasioni di riflessione sul valore dell’ambiente, sulla natura maltrattata dall’uomo, ma..c’è anche soprattutto tanta sensibilità, impegno, speranza.. Il linguaggio che usi è scorrevole, le descrizioni offrono le immagini dei paesi, delle montagne, dei laghi di questo territorio meraviglioso e in chi legge si affollano ricordi di esperienze personali. Queste belle storie sono molto adatte ai bambini (ma anche agli adulti) e penso che , se lette in classe, potrebbero offrire agli insegnanti molte occasioni di educazione ambientale, di sviluppo del senso di solidarietà e del senso di responsabilità.
Le poesie mi hanno commosso per la loro musicalità, ma soprattutto per il messaggio di speranza, di ritorno ai grandi valori. Bravo!! E…brava Giada coi suoi disegni delicatissimi!!

 -Roberta, 22 Settembre 2014:
Ho trovato questa raccolta di novelle originale ed educativa, perché l’autore ha avuto la capacità e la sensibilità di trattare tematiche tanto profonde, inerenti la vita dell’uomo, in modo semplice e naturale. Credo che lo scritto possa essere uno stimolo a soffermarsi, magari solo un attimo, sui valori che sono alla base dell’esistenza quali il rispetto dell’ambiente e dell’uomo, l’aiuto verso il prossimo qualunque esso sia e l’umiltà d’animo; tutto ciò spesso nella quotidianità passa in secondo piano, perché troppo presi ad inseguire i modelli che la società ci impone e troppo intenti a condurre una vita così frenetica, che non permette noi di comprenderne il vero significato. Inoltre, dalle attente descrizioni e dalle raffinate similitudini si denota un’autentica passione dell’autore verso le piccole meraviglie del nostro territorio che a volte vengono dimenticate. Il linguaggio utilizzato vivace e di facile comprensione, coinvolge il lettore portandolo ad una maggiore riflessione interiore. Graziose le immagini presenti nel libro; suscitano un senso di naturalezza e spensieratezza.

Associazione Wega, 24 Settembre 2014:
L’attimo in più è un invito delicato a rubare un attimo al tempo frenetico dei nostri giorni, un solo attimo e basterà per aiutarci a recuperare il gusto del vivere, la gioia del presente. Un solo attimo in più per guardare i monti, la meravigliosa natura che elargisce i sui doni costantemente ma che, costantemente, viene derubata, violentata, calpestata dall’uomo… Un solo attimo in più per ricordare che in ognuno di noi c’è un piccolo bambino col cuore pulito e ingenuo che vuol crescere in un mondo più bello, più onesto, più giusto. Il tema conduttore dei racconti è la salvaguardia della natura dalle azioni cieche, egoiste e violente dell’uomo. Il messaggio che giunge al lettore è quello del ritorno al rispetto dei boschi, degli animali, delle acque…ma anche alla saggezza delle piccole cose, degli incontri inaspettati”. Ti auguriamo un grande successo, lo meriti!!!

                                                          -Pamela, 08 Ottobre 2014:
Ho letto il libro tutto d’un fiato; la mia storia preferita è il poeta Bambino, anche se tutte sono molto belle..non vedo l’ora di leggerlo a mio nipote!

Sabrina, 15 Ottobre 2014:
“L’attimo in più” per riscoprire la semplicità delle cose. Un giusto insegnamento per la nuova generazione, che si sta affacciando alla vita frenetica e sempre meno ricca di valori, ma anche per i più grandi ormai inglobati in questo circolo vizioso!!! Complimenti!!

Francesco, 22 Ottobre 2014:
In questo libro l’autore, attraverso una raccolta di racconti e poesie, ferma il tempo del lettore portandolo a riflettere e meditare sulle cose semplici ed essenziali della vita. Il testo scorre con fluidità e capacità narrativa che evidenziano una proprietà di linguaggio tale da portare il lettore a immergersi nei racconti che, seppur distinti, rimandano talvolta a ricordi del passafo legati alla fantasia tipica della fanciulezza. In sintesi un testo scritto con amore, vivamente consigliato.

-Luisiana, 25 Ottobre 2014:
L’attimo in più é un libro molto piacevole da leggere, non è solo un libro per bambini ma é per tutti, é per chi vuole prendersi un attimo per se ed un attimo per riscoprire la bellezza della natura, della montagna e del mondo che ci circonda.

rr
-Michela, 20-11-2014:
Una raccolta che racchiude un microcosmo fatto di presente e passato, sogni e realtà, infanzia ed età adulta. L’eterno conflitto tra uomo e natura, che attualmente sembra essere al suo apice, è il filo conduttore delle storie, che sono delle vere e proprie lezioni di vita, un po’ sulla scia delle favole moralistiche di Esopo e La Fontaine. Storie che si adattano ad un lettore bambino ma che risultano piacevolissime anche per lettori adulti, nella speranza che tutte le generazioni possano prendere coscienza dei problemi e cercare di riflettere, modularsi, ed operarsi per risolverli. Basterebbe poco, solo un attimo in più. Mi aspetto un seguito della raccolta con altre originali narrazioni.  

Monica, 27-11-14:
Sono caduta nel tuo libro… L’ho praticamente divorato in una sera… Complimenti MarcoHo un ricordo bellissimo di una poesia con il disegnoSono fiera di aver preso quell’attimo necessario per godere delle emozioni che mi hanno trasmesso le tue novelleIn bocca a lupo e complimenti di nuovo

Rosita, 29-11-14:
Un mix di creatività e semplicità che stimola la fantasia e dona momenti di spensieratezza. La lettura è resa ancor più piacevole dalla familiarità dei luoghi descritti, il racconto evoca stupende immagini di paesi, laghi e montagne del nostro territorio. Una delle novelle che mi è piaciuta di più è ” L’ hotel della bontà” , il racconto è originale e divertente, non manca l’ elemento magico di questo hotel che compare all’ improvviso avvolto dal mistero e inizialmente rimane visibile solo ai protagonisti della storia, il nome assegnatogli strappa un sorriso… ” hotel Rigoletti per soggiorni perfetti!” e la finale dona speranza e positività a chi sta leggendo. Il filo conduttore delle novelle è il ritorno alla natura e a quei valori che l’ uomo sembra aver dimenticato, alcuni di questi sono la condivisione, la solidarietà, lo stupore per le piccole cose e la capacità di sognare. Il libro sembra come volerci comunicare che a volte basta poco per cogliere quell’ attimo in più che può ricordarci il nostro cuore di bambino. Caro Marco, a fine lettura mi sono sentita un pò come la bambina nella poesia di tuo zio Mario … sei riuscito a farmi alzare gli occhi al cielo e sognare un pò !

– Da Amazon:
recenzioni amazon 2

Roberto(Firenze), 19/12/2014:
Splendido libro di un giovane scrittore emergente di Amandola (FM), da leggere e rileggere (perchè non ci si stanca mai) tutto di un fiato, o un po alla volta, come preferite, e riflettendo poi sul finale di ognuna, come dice l’autore “uno stimolo a fermarsi anche solo un attimo”, questo perchè la società frenetica di oggi ci spinge sempre a correre, e questo “vizio” purtroppo lo stanno prendendo anche i bambini.
Una raccolta di 11 novelle per grandi e piccini accompagnate alla fine da delle belle illustrazioni, come del resto la copertina, disegnate da Giada Piattoni.
Concludono il libro due poesie che Marco dedica a su zio Mario “il più grande Uomo-bambino” un poeta, il Poeta dei Sibillini, come lo definisce.
Roberto
Libreria Il Segnalibro
Firenze

Giacomo(Fermo), 5 Gennaio 2015,
In un momento storico come questo la voracità di realtà sembra non finire mai. ttinuo flusso mediatico sulla pragmatica, sulla finanza reale, sul lavoro, sulla politica. Non bastano i reality show con le loro presunzioni di verità. Non basta neanche più il sangue che schizza oramai copioso dalla tv. Il limite di sazietà del reale si sposta sempre un po’ più avanti. Non sto dicendo che le favole non possano essere crude, sia chiaro, anzi. A volte la morale per essere recepita necessita di immagini forti che vanno ad incidere direttamente la memoria così da avere effetti nella vita. È inutile raccomandare di star lontano dal fuoco perché brucia. Solo dopo la scottatura si capisce la lezione.
La differenza però sta nel fatto che nelle favole la morale è sempre spiegata. Siamo noi oramai sempre più distratti a recepirla. Marco con il suo libro cerca di rendere chiaro lo scopo, il fine ultimo a cui tutte le favole pertengono.

DSC_0063

Marisa Cossu(Taranto), 6-1-15;
” Attimo in più” è una raccolta di novelle pensata per i bambini e a loro dedicata, ricca di emozioni e di fascino anche per i lettori adulti, insegnanti e genitori.
In questo libro si ritrovano la freschezza della fantasia e la meraviglia delle magiche rivelazioni legate alle esperienze di un mondo incantato, tra fantasia e realtà.
L’ autore traspone magicamente elementi reali del suo territorio d’ origine, in elementi di pura immaginazione: così Amendola, i monti Sibillini, le tradizioni e l’ antica saggezza popolare, diventano gli elementi fiabeschi di ciascuna novella e si snodano in vicende immaginarie che muovono, però, dalla psicologia del bambino, dal suo modo di leggere, comprendere , ricreare ciò che vive intorno a sé e che si agita all’ interno della sua fantasia.
La scrittura piana e scorrevole, i contenuti ricchi di antica saggezza, le immagini mentali suscitate dal testo, motivano alla lettura e al desiderio di comprendere anche intuitivamente il messaggio e l’ insegnamento di ogni singolo brano.
E’ un invito a guardare oltre le apparenze per cogliere gli aspetti magici delle cose, degli animali e di alcuni personaggi umani; un invito a trattenere ancora con noi l’ “attimo in più” della nostra infanzia e della sua visione.
Qui le pietre si animano, gli animali sorridono, i luoghi della memoria rievocano antiche presenze situate in un paesaggio concreto e molto amato dallo scrittore. In tutto ciò si avverte un grande valore educativo, perché ogni novella invita alla riflessione e alla poesia.
” Chissà se L’Asino sorride” ? Un Pianoforte magico può decidere per chi suonare? Un bambino, come diventa poeta? E come salvare un bosco in cui vivono animali parlanti dal taglio degli alberi deciso dall’ uomo ?
Le risposte a queste domande sono tutte nel libro ed io le conosco; se i bambini leggeranno “Attimo in più” scopriranno quante e quali meraviglie si nascondono tra le cose di tutti i giorni.
Marisa Cossu

Simone, Milano, 24-1-2015
“L’attimo in piu” di Marco Squarcia è uno di quei libri che si corre il rischio di catalogare frettolosamente come una mera raccolta di favole per bambini. Ma se si spende un attimo in più, si avverte che dentro questo libro c’è profondamente molto di più.
Marco ambienta le sue storie nel già di per se’ affascinante e magico paesaggio dei Sibillini, aggiungendone una dimensione fantastica e fanciullesca. Nelle sue pagine i Sibillini diventano un luogo dove le dimensioni del possibile si espandono e creano un mondo parallelo situato nella stessa costellazione di Narnia e la terra di mezzo.
Marco, come Lewis e Tolkien, scatena la sua fantasia per raccontare con delle metafore la realtà del mondo che viviamo ogni giorno.
Al tempo stesso ci indica una visione nuova delle cose focalizzata sull’essenziale e sui valori umani universali, liberando lo sguardo dalle impalcature quotidiane fatte di affanni, preoccupazioni, paure e cinismo.
La vera magia è che tutto ciò Marco lo racconta con la leggerezza di un bambino. Quel bambino che è poeta per definizione perché vive nella poesia pura spesso sfuggente agli occhi degli adulti. Marco quindi torna bambino per parlare al bambino dentro ognuno di noi, che spesso ignoriamo o giudichiamo. Grazie ai suoi racconti ci aiuta a ritrovarlo per vedere la realtà tutta intorno attraverso i suoi occhi colorati. E scopriamo che in fondo i Sibillini sono molto più vicini di quanto pensiamo. E l’attimo in più che dedichiamo nel leggere un racconto del libro diventa un mattone in più di serenità per noi. Marco grazie per questo Dono.

Marta, 18-2-15:
Bel libro, novelle originali e disegni che lasciano spazio alla fantasia. Storie che fanno riflettere, adatte ai bambini ma ancora di più agli adulti, soprattutto al giorno d’oggi in cui si va sempre di fretta e si perde l’importanza di fermarsi un attimo e notare le piccole cose, le quali in realtà sono FONDAMENTALI. L’autore ha saputo mostrare diversi aspetti degli esseri umani celati in ognuno di noi e ha saputo farlo con una semplicità sorprendente. Che altro dire…attendiamo con ansia il prossimo!

Sonia, 4-5-15;

Leggere ” L’attimo in più” , mi ha fatto rivivere quello stato di fanciullezza che troppo spesso nascondiamo.. dimenticandoci che è il bambino o la bambina che in noi, che ci fa affrontare con grinta, purezza e allo stesso tempo con leggerezza la vita! Quello che mi ha colpita maggiormente è che il libro rappresenta con semplicità tutti i sani e veri principi che ogni bambino dorrebbe custodire nel proprio cuore e conservarli li per sempre.. diventando cosi, una volta adulti.. un Uomo e una Donna di enorme valore!

LORENZO SPURIO(POETA JESINO), 22-5-15

Marco Squarcia, giovane promettente scrittore marchigiano, con il libro d’esordio L’attimo in più ci fa viaggiare nel mondo delle possibilità accompagnati, però, mano per la mano da un coscienzioso narratore che ci dà le linee da seguire. Si tratta di una raccolta di racconti per ragazzi, delle favole addirittura, che però hanno una presa anche sull’uomo maturo e se ne spiegherà il perché. Partendo dallo scenario cittadino immerso nel verde che è contraddistinto dalla città di Amandola, piccolo centro del fermano che diviene di volta in volta palcoscenico delle varie storie, si dipanano storie nelle quali è l’occhio critico di Squarcia ad indagare manchevolezze, storture e vere e proprie sperequazioni che si realizzano nella società tutta. Se da una parte i più piccoli possono restare felicemente avvinghiati a queste storie di animali parlanti (che parlano, però, con ragione e non secondo costrutti bizzarri e infondati come avviene ad esempio in Alice del Paese delle Meraviglie), dall’altro è chiaro il monito sociale dello scrittore basato su una indignazione nei confronti di fenomeni sociali obliati, incongruenze e vere e proprie catastrofi create dall’uomo come quelle dell’inquinamento e dalla massiccia cementificazione. Un libro, dunque, che come ogni favola, intesa secondo il senso più antico ed autentico del termine, pone in essere un quadretto di vita in sé bucolico, per lo meno nelle intenzioni e nell’incipit, dove sono esseri animali di razze diverse a interagire: mai si assiste al tema della lacerazione delle carni di un animale più forte nei confronti degli altri per prediligere, invece, un senso di coralità tra razze diverse in comunione con l’ambiente che si aiutano e nell’agorà che è un polmone verde del nostro centro Italia, ragionano, pensano e dibattono sui problemi di tutti che l’uomo, invece, sempre troppo stanco e propenso a seguire le logiche del portafoglio, non vede. O finge di non vedere. Ecco perché allora bisogna prendersi “un attimo in più” nella vita di tutti i giorni: per mettere un freno a quelle componenti, pure naturali, che portano l’uomo a concepire se stesso come essere produttivo e in quanto tale portatore di un vantaggio o di un valore, per riscoprire invece il benessere del pensiero incontaminato, la fresca libertà di saper ascoltare con il cuore piuttosto che con le orecchie. Un mondo nuovo forse è impossibile averlo, ma uno leggermente migliore sì, sembra dirci Squarcia con questo volume. Sarà necessario concedersi più tempo per sé e per riscoprire quel legame autentico con la propria terra. Non si vedrà il sole e i fiorellini sorridere all’unisono, ma si sarà orgogliosi di esser parte attiva di un progetto più grande volto alla costruzione e alla sana cooperazione.

Oriana, 27-5-2015

Ciao Marco è un pò di giorni che volevo mandarti questo messaggio…..semplicemente per farti i miei complimenti per il tuo libro!!!Letto tutto d’un fiato…veramente bello e …hai proprio ragione, forse è più per i grandi che per i piccini!! Coltiva il tuo talento affinchè non vada perso e tutti possano goderne!!! un abbraccio e un arrivederci a presto…magari al tuo prossimo libro! Ciao Oriana.

Antonio, 15-07-2015
comperato il libro ne ho letto la metà mi piace ,perchè sono un amante della natura.i tuoi racconti sono belli semplici lineari ,non ti dai arie ,sei giovane .come ho già scritto servono scrittori e non tronisti

Stefania, 21-07-2015 ROMA

Per arrivare all’animo di tutti è importante come ha fatto il giovane scrittore Marco Squarcia scrivere piccoli racconti poetici che riescano in modo semplice , diretto, rapido ad arrivare a tutti noi. Ogni racconto del suo libro ” Un attimo in più”ha un significato simbolico che tanto può riuscire a coinvolgere i bambini quanto gli adulti . Il messaggio contenuto nel libro è secondo me …….perchè nessuno dimentichi il valore dell’ambiente, dell’infanzia e dei sentimenti in un’epoca in cui tutto si svilisce in un mero possesso di beni materiali.

Manuela, 26-08-2015 Comunanza

Io penso che definire la tua : una raccolta di novelle per bambini, sarebbe banalmente riduttivo. Ti auguro invece, che il tuo pubblico di lettori sia di adulti che hanno dimenticato di essere stati bambini, ma che lo ricordino attraverso le tue parole; affinché il mondo degli adulti possa somigliare di più ad un mondo di sogni di bambino e sempre meno al mondo di incubi da adulti, che lo stanno facendo diventare.DSC_0311

Giulia. 06-09-2015 Montemonaco

 Un libro da leggere, anche se si è adulti, anzi soprattutto se si è adulti, perché fa riscoprire il valore di ciascun elemento della natura, dall’ animaletto del bosco, alla foglia, fino al sasso sulla riva di un laghetto. Ci invita al rispetto del mondo che ci circonda, a guardare col cuore e ad emozionarci davanti alla semplicità. Forse non è un caso che sia ambientato nel parco dei Sibillini, un luogo magico, ricco di fascino, di storie e di tesori naturali. Complimenti Marco e buona carriera!

L.hili Amazon 28-09-2015

Uma lettura davvero piacevole e interessante. Una storia ricca di morali, che ci insegna a guardare oltre e ad imparare dalle piccole cose, rispettanto la natura …. e tanto altro. Insomma ne consiglio la lettura! Molto carino!  recensioneeee

Amazon 12- 10-2015 

Un libro particolare che tramite la sua semplicità, che l’autore ha voluto imprimergli, riesce a darci un’idea di come la natura sia nostra amica e alleata. Le novelle hanno tutte una funzione educativa molto forte e nel complesso i temi trattati sono intelligenti e comprensibili ai più piccini, ma soprattutto agli adulti, veri interessati delle vicende.

Un ritorno alle tradizioni e alla buona scrittura, e ai buoni principi, alle morali e alle lezioni di vita metaforizzate con la fiaba. Un ottimo libro che fa riflettere grandi e piccini. Un esempio di autore che va oltre le correnti del momento,che scrive ciò che ama e ama ciò che scrive. E si sa… per comunicare un’emozione bisogna sentirla. Consigliatissimo.7

Connie, Amazon 13-10-2015

Testo molto facile e comprensibile, adatto ad ogni età, anche per i più piccini, come l’autore infatti vuol far intendere. i personaggi spiccano per il loro senso di appartenenza alla società e l’assonanza con le persone, è un elemento dominante, insieme al rispetto verso la natura e il mondo in generale. L’inventiva dell’autore non passa inosservata e ci porta a scoprire verità che a volte dimentichiamo. Consigliato vivamente.amazonnn

Recensione di Serena Pochi  5 Febbraio 2016

“L’attimo in più” è una passeggiata sui Monti Sibillini, attraverso le parole armoniose ed emozionanti dell’autore Marco Squarcia. Da Smerillo a Montemonaco, da Amandola ai Laghi di Pilato: è come guardare, con i propri occhi, i paesaggi fantastici di questi luoghi incontaminati. È come stare “al centro del bosco, dove un laghetto la fa da padrone”; oppure di fronte alla “catena montuosa che si estende come una sinuosa donna su di un divano caldo”. L’autore da’ vita ai personaggi e li rende reali, vivi, attraverso le loro azioni, ma soprattutto attraverso i dialoghi spettacolari. Come gli animali che improvvisamente si trasformano in bambini. Come nonna Argentina che rivolgendosi alla nipotina le dice: “Eh cocca mia, …” e ancora “Grazie bella di nonna”. Ogni racconto è un tuffo nel passato, in quei valori di un tempo che rimangono vividi nella nostra mente: la famiglia, la natura, il rispetto per gli animali, sviscerati in un paesaggio senza età. “L’attimo in più” è un libro di favole per bambini e per quegli adulti che vogliono tornare bambini, almeno per un attimo.

RECENSIONE DI LUIGI FINUCCI 20 MARZO2016
L’autore in questa raccolta mette in risalto le problematiche della nostra società, e lo fa con spirito leggero attraverso storie adatte a bambini e non solo. Marco Squarcia non si accontenta di “denunciare” i lati negativi del nostro vivere, ma esalta il modo con cui possiamo prevenire (insegnandolo ai piccoli) e far fronte a tutto ciò. In ogni storia c’è qualcosa di speciale, un insegnamento che viene dalla Natura, e che solo iniziando a rispettarla e ad ascoltarla nei suoi silenzi magici potremmo veramente iniziare a togliere tutte quelle cose superflue che la società ci ha messo addosso. Concludo enfatizzando questo libro : non è solo insegnamento, è anche scoperta di una terra (quella magica dei Sibillini) che abbiamo a portata di mano e che non sempre riusciamo a valorizzare. Grazie Marco, bel libro.modifiche 1

Valentina 25 Marzo 2016

Ricongiungersi alla terra è un passo che si compie anche grazie alle parole. Sono cresciuta con i racconti legati ai luoghi dei monti Sibillini. Le leggende di gente semplice che traeva nutrimento dalla natura, che sapeva la fatica della convivenza e quanto può arricchire vivere con presenza i luoghi. Abituati come siamo ai non luoghi, ai luoghi di transito che spaventano per incomunicabilità e alienazione, il ritorno alla terra è una necessità che va comunicata con semplicità per arrivare al cuore di tutti. I boschi, le montagne, i giardini, la natura tutta è una metafora meravigliosa della Psiche entro cui siamo immersi. La natura è l’anima e ci accoglie e ci insegna con costanza. Quello che insegna la natura non si può imparare a parole, è necessario viverla per vivere, ma si può -attraverso le parole- ritrovare un filo che ci lega agli antenati, ai luoghi, alle persone, ai miti, agli archetipi della fiaba che governano la nostra coscienza, e da lì ripartire… prenderci un attimo per riconsiderare i passi fatti, quelli ancora da fare verso l’anima del mondo: partire da lì. Un racconto è un pezzo della grande psiche che ci governa e attraverso cui comprendiamo la vita, è un microcosmo del giardino meraviglioso in cui viviamo e di cui possiamo andare ancora alla scoperta giorno per giorno.

Grazie per la tua attenzione all’anima del mondo Marco. Un saluto e un augurio di Buona Pasqua
(Valentina Meloni)

L’attimo in piu’

Negli ultimi tempi mi sono dedicata alla lettura del libro di Marco Squarcia “L’attimo in piu’”. Devo dire innanzi tutto che ho pensato che non è affatto facile inventare nuove fiabe, nuove piccole lezioni di vita da condividere con altri, un grande pubblico, dopo che tutto sembrerebbe esser gia’ stato detto…. Mi piace come Marco ci invita a vivere un “attimo in piu’”, a cercare un angolo di tempo per dedicarci a noi stessi, ai nostri pensieri, lontani dalle nostre corse, dai nostri affanni, dalle nostre opprimenti distrazioni. Le fiabe che Marco ci propone sono fresche, originali, colorate e spesso recano insegnamenti profondi, inviti a meditare su temi importanti come i valori della famiglia, dell’amicizia, del rispetto per la Natura, della meraviglia del mondo animale. Le fiabe sono ambientate tra i Monti Sibillini, che Leopardi amava definire. “I monti velati d’azzurro”, impregnati di mistero e popolati dell’alone di quelle antiche leggende che fino a pochi anni fa, forse ancor oggi, i nonni tramandavano ai nipoti. Ho trovato emblematica, e mi ha particolarmente affascinato, la fiaba dal titolo “La lotta dell’uomo” in cui una brigata di 10 guerrieri torna nel paese di Amandola dopo un’aspra battaglia. Tutta la popolazione dei Sibillini si riunisce nella piazza principale del paese per accogliere i valorosi combattenti. Con sorpresa di tutti, i guerrieri si trasformano in dieci animali, ognuno recante una forte simbologia, dall’ape laboriosa , all’aquila unione di terra e cielo, alla tigre, forza non sempre facile da controllare, che impartiscono a turno lezioni di vita ai presenti. Nel finale, l’ultimo a parlare e’ un asino, ridotto con la carne a brandelli per la dura lotta affrontata, che a tutti insegna l’umilta’, l’amore per il prossimo e per la Natura. Le due fiabe che rievocano echi di magia sono l’”Hotel della Bonta’” e la “Sibilla buona” ma in entrambe piu’ che di Magia si parla di buoni sentimenti e gesti nobili. Le fiabe scritte da Marco sono piccoli quadri delicati dove sono stati dipinti valori oggi di rado rispettati. C’e’ un filo che sembra collegarle ed è una fede che Marco sembra mostrare, una fede limpida e pulita che vuol condurci a dire, come in una sua fiaba: “ La vita ti sorride sempre anche quando sembra voltarti le spalle. Sii felice”. (Da “Il Poeta bambino”, ivi).

Elisabetta Vatielli

 

Marta Bitti- Fermo, Maggio 2017

È stato molto bello prendermi “un attimo in più”, come recita il titolo, per soffermarmi con piacere sul tuo libro e le storie in esso contenute.
Uno sguardo tenero e leggero ed insieme profondo e maturo sulla natura, gli animali e gli uomini che ci circondano e colorano le nostre esistenze, il tuo.
Meraviglie e sentimenti ai quali troppo spesso non prestiamo abbastanza attenzione.
Originale e dolce il tuo modo di narrare.
Presente e radicato l’amore per la tua terra e grande l’attenzione al tema del nucleo familiare le impressioni che traspaiono dalle tue pagine, dalle quali si possono trarre anche utili morali.
Un graditissimo regalo il tuo, ed il sincero piacere di aver conosciuto una bella anima, una delle poche che come me ancora oggi credono nei valori della poesia e della gratitudine.

o, 28.03.2016  12801579_775230892577792_97982295676354587_n

recensione-aldo

 

                                                                           MARTA, Fermo il 28-6-2017
È stato molto bello prendermi “un attimo in più”, come recita il titolo, per soffermarmi con piacere sul libro e le storie in esso contenute.
Uno sguardo tenero ed insieme profondo sulla natura, gli animali e gli uomini che ci circondano e colorano le nostre esistenze.
Meraviglie e sentimenti ai quali troppo spesso non prestiamo abbastanza attenzione.
Originale e dolce il modo di narrare.
Presente e radicato l’amore per la propria terra e grande l’attenzione dedicata al tema del nucleo familiare.
Pagine che si susseguono soavi come pennellate, da cui si possono trarre anche utili morali.
Vi si scorge in fondo una bella anima, quella dell’autore, semplice ed ispirato cantastorie della quotidianità, della poesia e della gratitudine.

 

Annunci

14 thoughts on “Recensioni Attimo in più

  1. La mia vuol essere una semplice riflessione su una piccola e intima raccolta di racconti brevi non tanto pensati per bambini quanto per ragazzi, soprattutto perchè la morale celata nei finali richiede spesso un’approfondita e attenta riflessione. Notevole la scelta di valorizzare diverse zone e ambienti di luoghi facenti parte del Parco dei Monti Sibillini, ma più azzardata a volte la scelta di un linguaggio troppo gergale e dei nomi dei personaggi che poco si addicono alla costruzione e al contesto del racconto. La modalità di scrittura in diverse punti può risultare acerba e solo con maggiore attenzione ed esercizio vedrà sicuramente dei miglioramenti nel tempo. Molto carini, invece, i disegni che accompagnano sia i diversi racconti che la copertina stessa.

    Mi piace

  2. Roberta, 22 Settembre 2014: Ho trovato questa raccolta di novelle originale ed educativa, perché l’autore ha avuto la capacità e la sensibilità di trattare tematiche tanto profonde, inerenti la vita dell’uomo, in modo semplice e naturale. Credo che lo scritto possa essere uno stimolo a soffermarsi, magari solo un attimo, sui valori che sono alla base dell’esistenza quali il rispetto dell’ambiente e dell’uomo, l’aiuto verso il prossimo qualunque esso sia e l’umiltà d’animo; tutto ciò spesso nella quotidianità passa in secondo piano, perché troppo presi ad inseguire i modelli che la società ci impone e troppo intenti a condurre una vita così frenetica, che non permette noi di comprenderne il vero significato. Inoltre, dalle attente descrizioni e dalle raffinate similitudini si denota un’autentica passione dell’autore verso le piccole meraviglie del nostro territorio che a volte vengono dimenticate. Il linguaggio utilizzato vivace e di facile comprensione, coinvolge il lettore portandolo ad una maggiore riflessione interiore. Graziose le immagini presenti nel libro; suscitano un senso di naturalezza e spensieratezza.

    Mi piace

  3. “L’attimo in più” per riscoprire la semplicità delle cose. Un giusto insegnamento per la nuova generazione, che si sta affacciando alla vita frenetica e sempre meno ricca di valori, ma anche per i più grandi ormai inglobati in questo circolo vizioso!!! Complimenti!!

    Mi piace

  4. Un mix di creatività e semplicità che stimola la fantasia e dona momenti di spensieratezza. La lettura è resa ancor più piacevole dalla familiarità dei luoghi descritti, il racconto evoca stupende immagini di paesi, laghi e montagne del nostro territorio. Una delle novelle che mi è piaciuta di più è ” L’ hotel della bontà” , il racconto è originale e divertente, non manca l’ elemento magico di questo hotel che compare all’ improvviso avvolto dal mistero e inizialmente rimane visibile solo ai protagonisti della storia, il nome assegnatogli strappa un sorriso… ” hotel Rigoletti per soggiorni perfetti!” e la finale dona speranza e positività a chi sta leggendo. Il filo conduttore delle novelle è il ritorno alla natura e a quei valori che l’ uomo sembra aver dimenticato, alcuni di questi sono la condivisione, la solidarietà, lo stupore per le piccole cose e la capacità di sognare. Il libro sembra come volerci comunicare che a volte basta poco per cogliere quell’ attimo in più che può ricordarci il nostro cuore di bambino. Caro Marco, a fine lettura mi sono sentita un pò come la bambina nella poesia di tuo zio Mario … sei riuscito a farmi alzare gli occhi al cielo e sognare un pò !

    Mi piace

  5. In un momento storico come questo la voracità di realtà sembra non finire mai. ttinuo flusso mediatico sulla pragmatica, sulla finanza reale, sul lavoro, sulla politica. Non bastano i reality show con le loro presunzioni di verità. Non basta neanche più il sangue che schizza oramai copioso dalla tv. Il limite di sazietà del reale si sposta sempre un po’ più avanti. Non sto dicendo che le favole non possano essere crude, sia chiaro, anzi. A volte la morale per essere recepita necessita di immagini forti che vanno ad incidere direttamente la memoria così da avere effetti nella vita. È inutile raccomandare di star lontano dal fuoco perché brucia. Solo dopo la scottatura si capisce la lezione.
    La differenza però sta nel fatto che nelle favole la morale è sempre spiegata. Siamo noi oramai sempre più distratti a recepirla. Marco con il suo libro cerca di rendere chiaro lo scopo, il fine ultimo a cui tutte le favole pertengono.

    Mi piace

  6. Bel libro, novelle originali e disegni che lasciano spazio alla fantasia. Storie che fanno riflettere, adatte ai bambini ma ancora di più agli adulti, soprattutto al giorno d’oggi in cui si va sempre di fretta e si perde l’importanza di fermarsi un attimo e notare le piccole cose, le quali in realtà sono FONDAMENTALI. L’autore ha saputo mostrare diversi aspetti degli esseri umani celati in ognuno di noi e ha saputo farlo con una semplicità sorprendente. Che altro dire…attendiamo con ansia il prossimo!

    Mi piace

  7. Leggere ” L’attimo in più” , mi ha fatto rivivere quello stato di fanciullezza che troppo spesso nascondiamo.. dimenticandoci che è il bambino o la bambina che in noi, che ci fa affrontare con grinta, purezza e allo stesso tempo con leggerezza la vita! Quello che mi ha colpita maggiormente è che il libro rappresenta con semplicità tutti i sani e veri principi che ogni bambino dorrebbe custodire nel proprio cuore e conservarli li per sempre.. diventando cosi, una volta adulti.. un Uomo e una Donna di enorme valore!

    Mi piace

  8. Per arrivare all’animo di tutti è importante come ha fatto il giovane scrittore Marco Squarcia scrivere piccoli racconti poetici che riescano in modo semplice , diretto, rapido ad arrivare a tutti noi. Ogni racconto del suo libro ” Un attimo in più”ha un significato simbolico che tanto può riuscire a coinvolgere i bambini quanto gli adulti . Il messaggio contenuto nel libro è secondo me …….perchè nessuno dimentichi il valore dell’ambiente, dell’infanzia e dei sentimenti in un’epoca in cui tutto si svilisce in un mero possesso di beni materiali.

    Mi piace

  9. “L’attimo in più” è una passeggiata sui Monti Sibillini, attraverso le parole armoniose ed emozionanti dell’autore Marco Squarcia. Da Smerillo a Montemonaco, da Amandola ai Laghi di Pilato: è come guardare, con i propri occhi, i paesaggi fantastici di questi luoghi incontaminati. È come stare “al centro del bosco, dove un laghetto la fa da padrone”; oppure di fronte alla “catena montuosa che si estende come una sinuosa donna su di un divano caldo”. L’autore da’ vita ai personaggi e li rende reali, vivi, attraverso le loro azioni, ma soprattutto attraverso i dialoghi spettacolari. Come gli animali che improvvisamente si trasformano in bambini. Come nonna Argentina che rivolgendosi alla nipotina le dice: “Eh cocca mia, …” e ancora “Grazie bella di nonna”. Ogni racconto è un tuffo nel passato, in quei valori di un tempo che rimangono vividi nella nostra mente: la famiglia, la natura, il rispetto per gli animali, sviscerati in un paesaggio senza età. “L’attimo in più” è un libro di favole per bambini e per quegli adulti che vogliono tornare bambini, almeno per un attimo.

    Mi piace

  10. Ricongiungersi alla terra è un passo che si compie anche grazie alle parole. Sono cresciuta con i racconti legati ai luoghi dei monti Sibillini. Le leggende di gente semplice che traeva nutrimento dalla natura, che sapeva la fatica della convivenza e quanto può arricchire vivere con presenza i luoghi. Abituati come siamo ai non luoghi, ai luoghi di transito che spaventano per incomunicabilità e alienazione, il ritorno alla terra è una necessità che va comunicata con semplicità per arrivare al cuore di tutti. I boschi, le montagne, i giardini, la natura tutta è una metafora meravigliosa della Psiche entro cui siamo immersi. La natura è l’anima e ci accoglie e ci insegna con costanza. Quello che insegna la natura non si può imparare a parole, è necessario viverla per vivere, ma si può -attraverso le parole- ritrovare un filo che ci lega agli antenati, ai luoghi, alle persone, ai miti, agli archetipi della fiaba che governano la nostra coscienza, e da lì ripartire… prenderci un attimo per riconsiderare i passi fatti, quelli ancora da fare verso l’anima del mondo: partire da lì. Un racconto è un pezzo della grande psiche che ci governa e attraverso cui comprendiamo la vita, è un microcosmo del giardino meraviglioso in cui viviamo e di cui possiamo andare ancora alla scoperta giorno per giorno.

    Grazie per la tua attenzione all’anima del mondo Marco. Un saluto e un augurio di Buona Pasqua
    (Valentina Meloni)

    Mi piace

  11. Libro letto tutto d’un fiato.Questa raccolta di storie è coinvolgente e riesce ha trasmettere un messaggio profondo con frasi leggere attraverso gli animali del bosco.Il libro fa inoltre riflettere su molti aspetti della vita che noi diamo per scontato tutti i giorni. Consigliato sia ad un pubblico di ragazzi che ad un pubblico adulto,dato che anche loro potrebbero imparare qualcosa da questi racconti.

    Mi piace

  12. Una raccolta di novelle che, attraverso l’occhio saggio della Natura, ci mostra come sia doveroso, seppur difficile, recuperare una misura fra tradizioni e modernità.
    L’autore ci dona parole limpide, riflessioni attente, visioni potenti, in un’opera che si presta a diversi livelli di lettura.

    Mi piace

  13. “L’attimo in più” di Marco Squarcia, racchiude in sè una sensibilità attenta e penetrante, composta d’impegnate domande e di profonde risposte trovate lungo la lettura di queste novelle. Ciò conferisce al suo esprimersi un’estasi meditativa, in cui si ritrova l’umanità impegnata dalla automatizzazione della vita, spesso ricca di sole artificiose espressioni.
    La nostra infatti è una società intessuta d’avidità, che si estrinseca in sperperi ed egoismi, dove la vita umana è diventata oggetto senza valore e dove l’Essere è mortificato a favore dell’avere e del sembrare. Lo scrittore riesce a trovare un punto di congiunzione tra questa aspra realtà e l’ingenuità innocente dei bambini perchè vi è sempre una speranza aguzza e penetrante che incoraggia e spinge l’uomo a esistere e a ricercare le emozioni chiuse all’interno del bozzolo acerbo dell’essere.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...